www.evansnyc.com
English  |  Русский  |  Español  |  Français  |  Deutsch  |  Português  |  中文
Ricerca:
I quartieri di New York
Tel.:
+1 (917) 657-78-72
E-mail:
Address:
243 west 60th street, store 2
New York, NY 10023
Quartieri di New York

Scopri il quartiere più adatto al tuo stile di vita


Orientarsi a New York è molto semplice perché la planimetria della città riproduce uno schema molto chiaro. Noterete che ad eccezione di Lower Manhattan (al di sotto della 14esima strada), è sviluppatasi prima degli altri quartieri della città, noterete che le Strade (Streets) corrono da est ad ovest e sono numerate, mentre le Avenue corrono da nord a sud e sono contrassegnate da numeri o lettere. Alcune però hanno anche dei nomi, semplici da ricordare; sono Park Avenue, Lexington Avenue, Madison Avenue, Broadway, Avenue of the Americas (la sesta), Varick Streey (la settima), Central Park West (l’ottava), Columbus Avenue (la nona), e Amsterdam Avenue (la decima).

Si dice spesso che New York sia una città dai molti aspetti. Ogni quartiere ha una sua spiccata personalità, il che determina la grande diversità e ricchezza di stili di vita dei suoi abitanti. Se vorrete trovarvi a proprio agio, nella ricerca di un appartamento in affitto, o di una casa da acquistare, sarà importante cercare il quartiere che corrisponde alla vostra personalità e al vostro stile di vita.

MANHATTAN

Financial District / Battery Park Leggi

Chinatown & Little Italy Leggi

SOHO, TriBeca, Nolita Leggi

Lower East Side & East Village Leggi

Greenwich Village, West Village Leggi

Chelsea Leggi

The Meatpacking District Leggi

Gramercy Square, Union Square, & The Flatiron District Leggi

Midtown Manhattan Leggi

Upper East Side Leggi

Upper West Side Leggi


BROOKLYN Leggi


BRONX, Riverdale Leggi



Financial District / Battery Park

Il distretto finanziario di New York occupa l’estremità sud di Manhattan. Il quartiere, centro finanziario della città, vanta splendidi edifici, oltre a luoghi pieni di storia quali la Borsa di New York, a Wall Street, la Trinity Church, l’edificio sede della Federal Reserve, La Old Custom’s House e numerosi altri.

Ciò che contraddistingue la zona è l’abbondanza di grattacieli, alcuni dei quali sono stati trasformati di recente da uffici in abitazioni, ed è quindi la scelta più opportuna per coloro che lavorano nel distretto finanziario e preferiscono abitare non distante dal luogo di lavoro. Con l’aumento del numero di abitanti di questa zona sono sorti anche numerosi servizi, quali supermarket, ristoranti, lavanderie e negozi alimentari specializzati, che un tempo mancavano.

Per divertimenti e acquisti più ricercati dovrete spostarvi verso sud, fino al South Street Seaport, che è raggiungibile a piedi dal distretto finanziario e che offre vedute straordinarie dell’Hudson, della statua della Libertà e di Ellis Island.

Torna all’inizio


Chinatown & Little Italy

Esistono numerose chinatown sparse nelle città degli Stati Uniti, essendo la comunità cinese degli Stati Uniti la più numerosa dell’emisfero occidentale. La chinatown di New York è probabilmente la zona più eclettica di Manhattan. Con le sue fiorenti botteghe di frutta e pesce e i suoi colorati negozi di souvenir, questo luogo, simile a un grande mercato vivace ed esotico, stupisce chi lo visita. Per chi abita qui, chinatown offre uno stile di vita accessibile, con ristoranti etnici a buon mercato, acquisti economici e un comodo sistema di trasporto. Gran parte degli edifici sono case di 3-5 piani (i cosiddetti “walk up”) o case in ferro, ma di recente sono stati costruiti o ristrutturati anche edifici residenziali con ascensori e altri comfort.

In anni recenti, i confini di chinatown si sono allargati fino ad incorporare la vicina Little Italy, che si distingue dalla prima per aspetto architettonico, ma non più per la sua atmosfera.

Torna all’inizio


SOHO, TriBeca, Nolita

Questi tre quartieri hanno un ricco passato, durante il quale si sono trasformati da centri di produzione e distribuzione in zone residenziali dall’atmosfera e dall’aspetto architettonico unico.


TriBeCa

TriBeCa (acronicmo di Triangolo Sotto Canal Street), era sede del Washington Market, che un tempo era il più grande centro di distribuzione di generi alimentari di New York. Attualmente il suo aspetto è quello di un quartiere residenziale, ricco di ex magazzini trasformati in lussuosi condomini e moderni uffici. È un quartiere affaccendato di giorno, ma tranquillo di notte, anche se la zona vanta alcuni tra i ristoranti e i locali notturni più “in” della città. I suoi abitanti si spostano di giorno verso Midtown o il distretto finanziario, che si trovano a pochi passi da qui.


SoHo

Dopo la guerra civile, SoHo (che significa “A sud di Houston Street”) era una zona di industrie tessili. I suoi magazzini, con le loro strutture in ferro, custodivano stoffe e altri prodotti manifatturieri. La deindustrializzazione di SoHo è iniziata negli anni ’20, quando i magazzini cominciarono ad essere trasformati in grandi loft, facendo del quartiere una zona di studi artistici e di gallerie. Nel 1973, SoHo è stata definita “Cast-Iron Historic District”, cioè quartiere storico di New York, e si è trasformata pian piano in zona residenziale. Oggi le sue strade acciottolate, i suoi locali pieni di atmosfera e i suoi eleganti negozi attraggono molti turisti e amanti dello shopping. I magazzini sono stati ricostruiti o restaurati per fare spazio a condomini ed edifici in cooperativa, che offrono uno stile di vita elegante nel cuore di Manhattan.


Nolita

Nolita (cioè “A Nord Little Italy”), che si estende a est di SoHo e a nord di Little Italy, era un tempo il quartiere degli immigrati italiani. Oggi, Nolita conserva in qualche modo l’atmosfera di un tempo grazie ai suoi ristoranti e alle sue panetterie. Il quartiere è abitato in parte dai suoi vecchi residenti e in parte da artisti e da giovani professionisti che scelgono di vivere in una zona trendy ma con prezzi leggermente più bassi delle altre. A Nolita si trovano anche numerosi negozi di prim’ordine e locali alla moda. Gli edifici del quartiere sono una combinazione dei loft di SoHo e dei walk-up (le case a 3-5 piani) del Lower East Side.

Torna all’inizio


Lower East Side & East Village

Agli inizi del XX secolo, l’area ha vissuto un boom edilizio con la costruzione di numerosi edifici, per ospitare i milioni di immigrati arrivati in città. In quei giorni, il quartiere era la zona a più alta densità abitativa del pianeta. Oggi, invece, il Lower East Side è abitato da una popolazione di giovani residenti (sotto i 30 anni), da un’abbondanza di tipologie abitative (brownstone, high-rise e walk-up), da una vita sociale dinamica e da uno stile di vita trendy. La zona è divisa in due parti da Houston Street: a nord si trova l’East Village, mentre il Lower East Side si estende a sud. Un’ampia area dell’East Village viene chiamato “Alphabet city” per i nomi delle sue vie che vanno dalla A alla D. Il cuore del quartiere è il Tompkins Square Park, anche sede del Charlie Parker Jazz Festival e di luoghi di svago per gli abitanti, gli studenti e i turisti.

Torna all’inizio


Greenwich Village, West Village

Un tempo centro della vita bohemien e luogo di residenza di artisti e movimenti politici di tutti i tipi, il Greenwich Village è ancora oggi caratterizzato da un’aria di libertà creativa ed intellettuale. Il Village è pregno del senso della comunità e dell’orgoglio per l’importanza storica di ogni suo edificio e strada. Nota per essere sede della New York University e del Washington Square Park, il quartiere ospita anche la Jefferson Market Library, Christopher Street, Stonewall Inn, Winston Churchill Square e molti altri luoghi celebri per le frequentazioni di persone famose e per le reminiscenze letterarie e cinematografiche.

Vivere nel Village significa godere della tranquillità di strade strette, di piccole piazze, di giardini eleganti e di edifici in mattone di inizio secolo. Il suo stile architettonico unico e l’assenza di grandi magazzini o catene danno l’illusione di essere un una città diversa; tuttavia, una breve passeggiata vi porterà ai negozi di Soho, alle gallerie di Chelsea, ai locali trendy del quartiere Meatpacking o alle grandi arterie di Midtown.

La Sixth Avenue separa l’area in due zone : il Greenwich Village in senso stretto si trova ad est, mentre più ad ovest si trova il West Village.

Torna all’inizio


Chelsea

Estesa su un’ampia area a ovest della Sixth Avenue, tra la 14esima e la 34esima, Chelsea è un luogo ricco di diversità culturali ed etniche, e uno dei luoghi migliori in cui abitare.

Il quartiere è prevalentemente residenziale, è caratterizzato da un mix architettonico di magazzini ristrutturati e di edifici residenziali di vario tipo, dalle eleganti case a pochi piani fino ai loft e ai grattacieli. Il paesaggio è urbano, l’atmosfera è sofisticata, anche grazie alla presenza di una fiorente attività artistica, ai suoi raffinati ristoranti e agli eleganti negozi d’abbigliamento. Insieme al Meatpacking District, l’area è sede di numerose gallerie d’arte, che occupano a volte strade intere.

Torna all’inizio


The Meatpacking Disdtrict

Il Meatpacking District si estende dalla 14esima fino a Gansevoort Street, e dalle rive dell’Hudson a est fino a Hudson Street. Nel 1894 l’area era occupata da un mercato alimentare all’aperto, il Gansevoort Market, mentre nel 1949 venne trasformato nel Gansevoort Meat Center. Oggi, il Meatpacking District posside ancora numerosi magazzini sede di aziende di lavorazione della carne, ma il quartiere è meglio noto per essere il quartiere più in voga di New York. L’area è in fermento 24 ore sui 24, 7 giorni si 7, grazie ai suoi costosi negozi e ai locali e ai ristoranti alla moda. Gli abitanti pagano solitamente un affitto alto, ma sostengono che ne valga la pena. Il panorama architettonico è costituito da case a schiera di inizio secolo, edifici prebellici e da magazzini ristrutturati. Stanno anche nascendo nuovi complessi lussuosi, ma il quartiere conserva ancora l’atmosfera tipica della vecchia New York.

Torna all’inizio


Gramercy Square, Union Square & the Flatiron District

La zona si estende tra quattordicesima strada, a sud, e il Madison Square Park a nord, che divide Lower Manhattan da Midtown.


Gramercy

Gramercy è un quartiere molto esclusivo; vanta numerosi edifici storici, che si trovano principalmente attorno a Gramercy Park. Ciò che gli abitanti apprezzano della zona sono soprattutto la tranquillità, la sicurezza, l’esclusività delle organizzazioni che hanno sede qui (quali il Players’ Club, la Poetry Society of America e il National Arts Club), oltre alla grande quantità di ottimi ristoranti e luoghi di cultura. Gran parte degli edifici sono case unifamiliari e brownstone; tuttavia, in anni recenti, è stata avviata la costruzione di nuovi condomini e di grattacieli, che hanno reso questa zona esclusiva più accessibile ai nuovi arrivati.


Union Square

Union Square è sede di un vivacissimo mercato di prodotti alimentari e artigianali, di oggetti preziosi e d’arte, che si svolge tra gli stand sparpagliati nella piazza. Il quartiere è un mix equilibrato di edifici ad uso residenziale e commerciale, e una meta per i frequentatori di locali e ristoranti alla moda.


Flatiron District

Il Flatiron District, il cui nome deriva dal famoso edificio a forma triangolare, il Flatiron (che al momento della costruzione era l’edificio più alto al mondo), è un’area prevalentemente commerciale, e offre il vantaggio di una posizione centrale, anche se la zona è meno vivace dal punto di vista commerciale rispetto a Midtown. La zona offre bellissimi appartamenti negli edifici tipici di quest’area, caratterizzati da grandi finestre e decorazioni sulle facciate.

Torna all’inizio


Midtown Manhattan

Midtown è quello i turisti e coloro che non vivono a New York si raffigurano pensando alla grande mela. In altre parole, Midtown è il quartiere più commerciale degli Stati Uniti, e il più movimentato. Nonostante ciò, il quartiere ospita anche un gran numero di appartamenti ed edifici in affitto e di grattacieli moderni. Nuovi complessi residenziali sorgono di continuo, facendo del quartiere una zona molto accessibile e comoda.

Ad ovest della 8th Avenue c’è Hell’s Kitchen (o Clinton). La sua vicinanza a Broadway e la sua abbondanza di case a basso costo fa di quest’area una zona molto popolare tra aspiranti attori, studenti e giovani. Per lungo tempo i regolamenti urbanistici hanno protetto gli edifici bassi del quartiere, impedendo la costruzione di nuovi complessi abitativi. In seguito al cambiamento dei regolamenti sulla lottizzazione negli anni ’70, quest’area è stata caratterizzata da un’intensa attività edilizia, con la costruzione di molti condomini e grattacieli moderni, che oggi sono intervallati da edifici prebellici e vecchi magazzini ristrutturati.

Sul lato opposto di Manhattan si trova Midtown East (nota anche col nome di Turtle Bay), anch’essa prettamente residenziale. La zona ospita i quartieri eleganti di Sutton Place e Beekman Place, oltre a quello più a buon mercato di Murray Hill. Midtown East è sede degli uffici delle Nazioni Unite e della Cattedrale di St. Patrick, la più grande chiesa neogotica degli Stati Uniti.

Tra Midtown West e Midtown East si trova il centralissimo Theatre District, sede di teatri noti in tutto il mondo. La zona ospita Times Square, il Rockfeller Center, il Madison Square Garden, molti musei sulla 53esima (tra cui anche il Museo di Arte Moderna, o MoMa), molti centri commerciali, oltre a capolavori dell’architettura quali l’Empire State Building, il Chrysler building e il Grand Central Terminal. La recente costruzione del Time Warner Center sul Columbus Circle ha ridato slancio a questa zona, meta fondamentale sia per i newyorkesi che per i turisti.

Torna all’inizio


L’Upper East Side

Situato sul lato orientale di Central Park, l’Upper East Side viene considerato la zona più esclusiva degli Stati Uniti. Tuttavia, oggi gli affitti in quest’area sono generalmente più bassi rispetto ai quartieri più in voga del centro. Certo, il quartiere è ancora chiamato “The Silk Stocking District” (Il quartiere delle calze di seta), grazie ai suoi eleganti edifici di marmo costruiti da ricchi magnati, come l’Astors e il Tiffany, innalzati nel periodo 1880-1900.

L’Upper East Side offre la più alta concentrazione di musei dopo Washington, D.C. Qui troverete il Metropolitan Museum of Art, il Guggenheim Museum e il Whitney Museum of American Art. Inoltre, se siete amanti della cucina e dell’haute coutour, l’Upper East Side soddisferà anche le persone dai gusti più esigenti.

La metropolitana offre meno collegamenti rispetto all’ Upper West Side. È questo il motivo del calo dei prezzi degli immobili e del costo della vita ad est della Third Avenue. Esiste comunque una linea che corre lungo Lexington Avenue e che vi porterà dall’estremo nord dell’isola alla punta più a sud.

Torna all’inizio


L’Upper West Side

Il quartiere, a nord della 59esima strada (e del Columbus Circe) e a ovest del Central Park, è ideale per chi cerca un ambiente ricco e pieno di comfort. Storicamente considerato il cuore liberal e intellettuale di Manhattan, l’Upper West Side (o UWS) è sede di alcuni tra i più importanti musei e sale da concerto e della scuola più prestigiosa e più antica di New York, la Trinity School.

La vicinanza al Central Park e al Riverside Park, insieme a molti luoghi adatti ai piccini e alle sue scuole, fanno dell’Upper West Side una scelta ideale per le famiglie con bambini. La zona è anche sede del Lincoln Center for the Performing Arts, dell’American Museum of Natural History, del Children’s Museum e del Symphony Space.

L’Upper West Side è prevalentemente residenziale ed è caratterizzato da edifici alti sulle arterie principali e da antiche e nuove case a 4-5 piani lungo le strade laterali.

Torna all’inizio



BROOKLYN, Williamsburg


Professionisti alla moda, artisti in ascesa e operai di diverse etnie. Williamsburg, situato nella parte settentrionale di Brooklyn, tra Flushing Avenue, Bushwick e Kent Avenue, è un quartiere in continuo movimento, ed è ricco di contraddizioni. L’area è sempre stata nota per il suo alto tasso di delinquenza, per la classe operaia che qui vive e per le comunità etniche che si sono stanziate da queste parti con l’apertura del Williamsburg Bridge a collegamento con Manhattan, che l’ha reso per un certo tempo il quartiere a più alta densità del Paese. A partire dagli anni ’70, e con un intensificarsi del fenomeno durante gli anni ’90, una serie di artisti e musicisti hanno iniziato a popolare questo quartiere, attratti dagli affitti contenuti e dai suoi magazzini trasformati in loft, fino a fare di Williamsburg il luogo più alternativo di New York. Quest’area è stata culla di numerose band indipendenti quali gli Interpol o i Clap Your Hands Say Yeah, e qui si trovano i migliori locali di musica dal vivo, dove si esibiscono gruppi musicali emergenti. Il quartiere sta vivendo uno sviluppo intenso: gli ex magazzini e gli edifici ordinari vengono ristrutturati per essere trasformati in nuovi spazi abitativi, spesso di gran pregio. L’area a nord e il Greenpoint Waterfront sono state riconvertite nel 2005 in zone a destinazione sia residenziale che produttiva.

Tutti questi mutamenti hanno dato origine a un quartiere caratterizzato da una grande varietà sociale ed etnica. Purtroppo, gli abitanti storici del quartiere, meno abbienti, sono stati vittima di sfratti forzati e dell’aumento dei prezzi, conseguenza dell’arrivo di nuovi abitanti. Si tratta solitamente di professionisti o artisti più agiati che stanno occupando l’area a discapito di quelli più poveri che non riescono a sfondare. Nonostante le sue contraddizioni, Williamsburg è uno dei quartieri più variegati e interessanti che ci siano. La zona sud è abitata in prevalenza da ebrei chassidisti di lingua Yiddish, mentre la zona nord è a più alta concentrazione di polacchi, italiani e un gruppo sempre più folto di giovani professionisti. italiani, afroamericani e ispanoamericani si concentrano nella zona est, mentre la zona attorno a Bedford Avenue è il cuore pulsante di Williamsburg. Oltretutto, gli abitanti possono vivere questa diversità a una sola fermata di metrò da Manhattan.

Torna all’inizio


BRONX, Riverdale

Situato sulla riva orientale dell’Hudson, il quartiere di Riverdale è il più ricco del Bronx, a tal punto che molti abitanti del Bronx non lo considerano parte della loro circoscrizione. Il quartiere, delimitato da Yonkers, Westchester County, Van Corltandt Park e dall’Harlem River, è ben lungi dall’immagine televisiva del Bronx come luogo di violenze e sporcizia. La zona è meravigliosa, ricca di grandiose ville in stile georgiano e Tudor, e di case lungo sinuosi viali alberati, arricchite dai panorami sul fiume Hudson. I condomini e le abitazione a molti piani sono più comuni quanto più ci si allontana dal fiume, in zone che hanno visto di recente la costruzione di nuovi complessi abitativi. Questo quartiere ha ospitato nel passato molti illustri cittadini degli Stati Uniti, tra cui Ella Fitzgerald, John F. Kennedy, Mark Twain e Lou Gehrig.

Riverdale offre ai suoi abitanti un’eccellente qualità di vita. L’educazione è di ottimo livello e offre molte opportunità, grazie alle sue scuole private e pubbliche, quali la Horace Mann, la Bronx High School of Science e i due college cattolici, il Manhattan College e il College of Mount Saint Vincent. Wave Hill, sull’Hudson, ospita un giardino botanico e una galleria d’arte all’aria aperta. La zona, che si estende tra l’Hudson (dalla 252esima e la 254esima, e dalla Independence Avenue al Riverdale Park) è stata dichiarata, insieme a Fieldston (una zona molto verde e appartata), distretto storico di New York, rispettivamente nel 1990 e nel 2006. Riverdale ospita una folta comunità di Irlandesi e di ebrei. Il trasporto avviene principalmente via auto, anche se Grand Central Terminal è raggiungibile in circa 22 minuti con il treno della MTA n. 1, e l’accesso a Westchester County e al New Jersey è particolarmente comodo.

Torna all’inizio

Trovate la Vostra casa
Cerco:
Luogo:
Camere da letto:
Superficie totale:
Piedi quadri
Prezzo:
USD
Contattaci:
Tel.:
+1 (917) 657-78-72
E-mail:
Address:
243 west 60th street, store 2
New York, NY 10023
Tutte le informazioni incluse in questo sito riguardanti una proprieta' in vendita, in affitto o riguardo finanziamenti sono state ottenute attraverso fonti ritenute rispettabili ed attendibili da Evans. Tutte le guide, materiali di riferimento, calcolatori di mutuo e costi di chiusura, ecc., rappresentate in questo sito sono solo un riferimento e sono valori approssimati. Tali informazioni non hanno rappresentanza e sono soggette ad errori, omissioni, variazioni sul prezzo, sull' affitto, sulle commissioni, su vendite precedenti, su mutui or finanziamenti, o sul recesso senza preavviso. Tali informazioni sono state fornite da terzi che sono gli unici responsabili del loro contenuto. Valori esatti per mutui e costi di chiusura possono essere ottenuti dal vostro broker bancario e/o dal vostro avvocato. Tutte dimensioni e metrature descritte sono approssimative. Dimensioni e metrature esatte possono essere ottenute tramite i servizi di un architetto o di un ingegnere. Dichiarazione per la privacy | Termini di utilizzo